Periferiche di memoria usb: un pericolo per la sicurezza

Ai bei vecchi tempi per portarsi a spasso i dati si usavano valigie di floppy, magari bucati col saldatore per raddoppiarne la capacità, e via di split per farci stare i dati.
Oggi, i prezzi delle memorie usb, e la quantità di spazio di memoria a disposizione consentono comodamente di avere qualche giga in tasca per pochi soldi.

Solo che un pendrive contenente dati o file importanti, caduto di tasca, e finito nelle mani potrebbe fare dei bei danni..
Le soluzioni? Dal punto di vista utente, usare software come Truecrypt per cifrare le partizioni del device, dal punto di vista dell’amministratore di sistema.. a parte usare la colla a caldo per sigillare le prese usb, o usare applicativi appositi, qualcosa si può fare.

In Windows 2000, XP, 2003 Server:
Se nessuna periferica di memoria usb è mai stata installata, basta negare negare all’utente o al gruppo le autorizzazioni di accesso per i seguenti file:
%SystemRoot%\Inf\Usbstor.pnf
%SystemRoot%\Inf\Usbstor.inf

Se un dispositivo di memorizzazione è già installato nel computer, impostare il valore Start su 4 nella seguente chiave di registro:

HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\UsbStor

Se si effettua questa operazione, il dispositivo USB non funzionerà quando verrà collegato al computer.

Per vedere poi quali periferiche usb sono state collegate al pc Usbdeview è sicuramente una ottima utility.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: