Archive for the Networking Category

Usare un Blackberry come modem su Ubuntu

Posted in Blackberry, GNU-Linux, Mobile devices, Modem, Networking, Ubuntu on ottobre 18, 2010 by ravem

Ho ricevuto in dotazione un Blackberry Bold 9700, un bel terminale UMTS (rete Vodafone) con un bel po’ di traffico dati disponibile.
Utilizzarlo come modem su Windows è piuttosto semplice, una volta installato il Desktop Software Blackberry basta cliccare sull’icona “Internet Mobile” ed è tutto fatto… solo che ho eliminato Windows dalla mia casa e quindi ho deciso di provarci con Ubuntu…
Bè non è così complicato… ecco come fare.
Innanzitutto i prerequisiti:
Barry un software sviluppato da Net Direct scaricabile dalla pagina di Sourceforge o disponibile già bello e pronto grazie a Martin Owens qui.
Io ho utlizzato quest’ultima versione e non ho avuto problemi di sorta.
Una volta installato il pacchetto andranno modificati alcuni files di configurazione, andate quindi in /etc/ppp/peers/ dove trovrete una serie di files chiamati barry-xxx (dove xxx sono vari gestori di telefonia) già pronti.

Create in questa cartella un file (nel mio caso barry-vodafone per continuità) in cui inserire:

connect "/usr/sbin/chat -v -f /etc/chatscripts/barry-chatscript"

# Authentication options - no need for ISP to
#authenticate to us, but we may need a login
#here: user/password/name
noauth
user ""
password ""

# Handle the default route and DNS
#nodefaultroute
defaultroute
usepeerdns
replacedefaultroute

# Disable unsupported options
noipdefault
#nodetach
nodeflate
nobsdcomp
noaccomp
#default-asyncmap
nocrtscts
nopcomp
nomagic
# This is disabled by default for a Barry config,
#but this has caused connection issues
#in the past. If you are unable to get an ip
#with your provider, try commenting this out.
#novj
passive
#nomultilink
ipcp-restart 7
ipcp-accept-local
ipcp-accept-remote
lcp-echo-interval 0
lcp-echo-failure 999

# Limit size of packets
mtu 1492

# Verbosity
debug

# Call pppob for the USB link
pty "/usr/sbin/pppob"

Bene, metà del lavoro è fatto.
Adesso va solo creato lo script che PPP userà per parlare col modem, che è indicato nella prima riga del file precedente (chiamatelo come volete) e che io ho indicato come /etc/chatscripts/barry-chatscript .

SAY 'Setting abort string\n'
ABORT ERROR

SAY 'Initializing modem\n'
OK AT
OK ATZ

SAY 'Carrier Information\n'
OK AT+CGDCONT=1,"IP","web.omnitel.it"
OK ATI
OK ATDT*99
#

SAY 'Connecting\n'
CONNECT

Fatto… già fattoooooo? Si..
Aprite un terminale e digitate il comando:
sudo pppd nodetach call barry-vodafone
(dove barry-vodafone è il nome del file di configurazione creato al primo step) e siete in linea !!!!

Molto più veloce che aspettare che si installi il Desktop software…

Configurare la rete da riga di comando

Posted in Networking, Windows with tags on ottobre 7, 2008 by ravem

Ecco un semplice file batch per configurare la rete su windows al volo, in base a parametri
preimpostati, qualora ci si trovi a doversi spostare spesso da una parte all’altra
e si abbiano diverse configurazioni statiche o combinazioni di ip statico/dhcp.
Il batch (funziona su Win 2K, Xp) prende l’input dall’utente e, nell’esempio comprende due possibili scelte.
La prima scelta consente di configurare la rete staticamente, la seconda
via dhcp, tanto per avere esempi di entrambe le situazioni.
L’input utente viene processato grazie a SET /P
Per maggiori informazioni sul comando NETSH che esegue le modifiche alla
configurazione di rete, vai qui.
“Connessione alla rete locale” va sostituito con la denominazione della connessione di rete per cui dovete modificare i parametri.
I commenti nel codice dovrebbero essere abbastanza esplicativi :)

—————————————————————————————————–
@ECHO OFF
CLS
:LOOP
ECHO Scegli come configurare la rete:
ECHO – A per la rete XXXXXXX
ECHO – B per la rete YYYYYYY
ECHO – Q per terminare

REM “SET /P” per definire la variabile in base all’input dell’utente

SET Choice=
SET /P Choice=Scrivi la lettera e premi ENTER:

REM Estraggo la scelta prendendo una stringa lunga 1 carattere
REM a partire dalla posizione 0

IF NOT ‘%Choice%’==” SET Choice=%Choice:~0,1%
ECHO.

REM Uso /I perchè la scelta sia case insensitive

IF /I ‘%Choice%’==’A’ GOTO ItemA
IF /I ‘%Choice%’==’B’ GOTO ItemB
IF /I ‘%Choice%’==’Q’ GOTO End

ECHO Hai scelto “%Choice%”: non ci siamo, le scelte sono A, B o Q. Vedi sopra.
ECHO.

GOTO Loop

:ItemA
set varip=indirizzo.ip.da.assegnare
set varsm=subnet.mask
set vargw=indirizzo.ip.del.gateway
set vardns1=indirizzo.ip.del.dns.primario
set vardns2=indirizzo.ip.del.dns.secondario

ECHO Sto configurando IP e Subnet Mask
netsh int ip set address name = “Connessione alla rete locale” source = static addr = %varip% mask = %varsm%

ECHO Sto configurando il Gateway
netsh int ip set address name = “Connessione alla rete locale” gateway = %vargw% gwmetric = 1

ECHO Sto configurando il Primary DNS
netsh int ip set dns name = “Connessione alla rete locale” source = static addr = %vardns1%

ECHO Sto configurando il Secondary DNS
netsh int ip add dns name = “Connessione alla rete locale” addr = %vardns2%

GOTO Again

:ItemB
ECHO Sto configurando la rete via DHCP
netsh int ip set address name = “Connessione alla rete locale” source = dhcp
netsh int ip set dns name = “Connessione alla rete locale” source = dhcp
GOTO Again

:Again
PAUSE
CLS
GOTO Loop
:End

Sicurezza delle reti wireless

Posted in Networking, Sicurezza, WiFi on gennaio 12, 2008 by ravem

Per saperne di più, Cwnp offre gratuitamente, online, la
Certified Wireless Analysis Professional – Official Study Guide.
Tra gli argomenti coperti, 802.11 MAC and PHY Layers, Wireless LAN Analysis, 802.11 Protocol Architecture, Connectivity and Data Protection, Configuration, Troubleshooting….

Grazie a ITtoolbox per la segnalazione.

Subnetting facile!

Posted in CCNA, Networking on gennaio 12, 2008 by ravem

Passate le elucubrazioni del mio precedente post, credo che lo schema riportato nel’immagine qui sotto sia un perfetto sunto da fissare a mente per rendere semplici i calcoli di maschere, sottoreti e simili. Tratto da un bell’articolo di George Ou su TechRepublic.

CCNA: alcuni semplici esercizi di subnetting

Posted in CCNA, Networking on gennaio 5, 2008 by ravem

Sono dei semplici esempi, utili per farsi uno schema mentale.

1) Calcolo della subnet mask dato un certo numero di host
“create a subnet with minimum 10 host IPs”

– Calcola una potenza di 2 che sia maggiore o uguale a 10
2^3=8. Non va bene
2^4=16 Ok

– Il numero che ci serve è 4.
Poni gli ultimi 4 bit dell’indirizzo di rete a 0:
11111111.11111111.11111111.11110000

Cioè in decimale:
255.255.255.240

Questa è la subnet mask che ti serve.

2) Calcolo dell’indirizzo di broadcast di una sottorete.

“There is subnet 172.16.64.0/20. What is the broadcast address?”

– Partiamo dal tradurre quel /20 che significa:
in binario: 11111111.1111111.11110000.00000000
in decimale: 255.255.240.0

– Ora bisogna esaminare l’indirizzo per definire quali sono i “network jumps” ovvero gli intervalli di rete disponibili per ciascuna sottorete (dato quel /20)

240 abbiamo detto che corrisponde a 11110000

I bit host sono 4, che usiamo come esponente:
2^4=16
Quel 16 è il valore del “network jump”

Queste sono le sottoreti possibili quindi:

1a subnet) 172.16.64.0 – 172.16.79.255 (da 64 + 16)
2a subnet) 16 172.16.80.0 – 172.16.95.255
3a subnet) 16 172.16.96.0 – 172.16.111.255
4a subnet) 16 172.16.112.0 – 172.16.127.255

L’indirizzo di broadcast cercato sarà 172.16.79.255.

3) Calcolo del primo e dell’ultimo ip disponibile per indirizzare gli host in una sottorete.

Prendiamo ad esempio la rete: 192.168.20.32 /27

/27 significa:
11111111.11111111.11111111.11100000 ovvero 255.255.255.224

224 in particolare è in binario 11100000

I bit host sono  5, da cui 2^5=32.

Ip validi in quella sottorete sono quindi:
192.168.20.33 – 192.168.20.62

(192.168.20.63 è il broadcast quindi non utilizzabile).